Quante ruspe servono?
- 19/04/2016
L'applicazione scriteriata della logica radical chic vigente in Italia, per capirci quella che promuove il buonismo ipocrita sempre e comunque e che impone di tacciare di fascismo, xenofobia, razzismo e chissà cos'altro tutti quelli che, come Salvini, invitano ad una seria riflessione sulle (inesistenti?) politiche di accoglienza e sulle ripercussioni di scelte politiche opinabili nel tessuto sociale e nel sacrosanto diritto alla sicurezza di tutti i cittadini onesti, ci ha fatto perdere di vista il nocciolo della questione. Sarebbe davvero ora che anche quella parte d'Italia che pensa di conquistarsi il Paradiso chiudendo entrambi gli occhi, si rendesse conto che la prepotenza dei Rom (forti di una assurda impunità) è una vera e propria emergenza nazionale, e non una gaia manifestazione di folklore sulla via di una sbandierata integrazione di cui loro per primi, i Rom, non sanno cosa farsene. Dov'è lo Stato? Dov'è la legge? Perché si concede a queste persone il privilegio di vivere nel nostro Paese manifestando il più alto disprezzo della legalità? Perché, addirittura, il Comune di Roma finanzia i mercatini abusivi dei Rom, nei quali spacciano serenamente la refurtiva? Ruspa, certo, caro Salvini, ma usiamola prima con i traditori che permettono tutto questo, vendendo il proprio popolo al peggior offerente! Per chi ha nervi saldi e non ha paura di farsi salire la pressione per la rabbia, ecco il link a uno dei tanti servizi che la trasmissione Quinta Colonna di Rete4 ha dedicato agli sberleffi dei Rom nei confronti degli italiani.
http://www.video.mediaset.it/video/quinta_colonna/clip/raderei-al-suolo-i-campi-rom_529249.html




ARGOMENTI TRATTATI

rom ruspe Salvini zingari
Notizie
La sensazione di caos, approssimazione, incuria e degrado in cui versa Roma, anche nei suoi luoghi più rappresentativi, mi piace. Eh già! Pensateci: i clandestini (quei ragazzotti alti e ben pasciuti che non fuggono... leggi tutto
Per chi, come me, ha vissuto per tanti anni la politica dall'interno, vedendone letteralmente di tutti i colori, respirandone i profumi leggeri ed inebrianti e sperimentandone tutte le amarezze necessarie ed inevitabili,... leggi tutto
Newsletter