In attesa che arrivino i populisti, le aliquote aumentano...
- 26/04/2016
Barack Obama, il primo Premio Nobel per la Pace sulla fiducia, ha dichiarato: "Il mondo non ha bisogno di muri". Sarebbe carino che qualcuno gli ricordasse dei 3000 km di muro al confine con il Messico! Ma, ormai, non ci si può più sorprendere di certe prese di posizione: dal Presidente degli Stati Uniti al Papa venuto da lontano, dalla cancelliera tedesca Merkel, serva di poteri forti, ai nostri politicanti, servi di servi. Tutti in linea, tutti che si scagliano contro muri invisibili e si tengono stretti i propri, tutti a benedire una immigrazione incontrollata ed indifferenziata che assume ogni giorno di più i contorni di invasione, in nome di una integrazione che ancora non si capisce come e quando intendono realizzare. E mentre un Matteo, il Presidente del Consiglio mai eletto, prepara una manovra da 51 miliardi di euro con l'aumento delle aliquote su pane, pasta e farmaci, tanto per venire incontro ai bisogni dei più vessati e più deboli, un altro Matteo, quel Salvini che in questo momento stringe la mano a Donald Trump, che i centri sociali (lobotomizzati dal lavaggio del cervello mediatico) dipingono come male assoluto, ma che il popolo, quello che vive quotidianamente il dramma della illegalità, della mancanza di sicurezza e di risposte istituzionali, vede sempre più come l'ultimo baluardo a cui aggrapparsi (e basterebbe a testimoniarlo il calore con cui i romani lo hanno accolto durante l'apertura della campagna elettorale insieme a Giorgia Meloni sulla terrazza del Pincio), continua dritto per la sua strada, conquistando la gente senza facile demagogia, ma con la forza delle idee chiare necessarie per riportare a Roma e in tutta Italia le condizioni di sicurezza, legalità e serenità che dovrebbero essere proprie di ogni democrazia che si rispetti. E se gli sponsor eccellenti del sacrificio ad oltranza, ma solo per noi, hanno timore del "populismo" che avanza, forse significa che quella che abbiamo imboccato è davvero la strada giusta. Il nostro contributo, la nostra scelta consapevole con la matita in mano nelle urne a giugno farà la differenza. Per chi voglia saperne di più sulle manovre finanziarie del Governo, ecco, come sempre, i link. http://repubblica24.com/renzi-dal-1-maggio-aumentano-le-aliquote-panepasta-farmaci-lo-chiede-leuropa/ http://www.liberoquotidiano.it/news/economia/11701235/Manovra--51-miliardi-di-tasse.html




ARGOMENTI TRATTATI

tasse Renzi Salvini populismo immigrati legalità diritti
Notizie
La sensazione di caos, approssimazione, incuria e degrado in cui versa Roma, anche nei suoi luoghi più rappresentativi, mi piace. Eh già! Pensateci: i clandestini (quei ragazzotti alti e ben pasciuti che non fuggono... leggi tutto
Per chi, come me, ha vissuto per tanti anni la politica dall'interno, vedendone letteralmente di tutti i colori, respirandone i profumi leggeri ed inebrianti e sperimentandone tutte le amarezze necessarie ed inevitabili,... leggi tutto
Newsletter