Da che parte sta certa magistratura?
- 31/03/2016

C'è il pregiudicato rumeno che, dopo 33 denunce rimediate in 5 giorni, scorrazza libero e giulivo per Vicenza, infischiandosene della misura cautelare emessa a suo carico. (http://www.sostenitori.info/cinque-denunce-trentatre-ore-resta-libero/216840) C'è la nomade che, colta in flagrante mentre svaligia un appartamento a Macerata, viene spedita a casa (si fa per dire...) perché non può essere arrestata in quanto madre. Uscita dall'udienza , deride i nostri giudici mimando il simbolo della vittoria con le dita. (http://www.mafiacapitale.it/index.php/2016/03/30/niente-carcere-mamma-la-nomade-ride-dei-nostri-giudici/) C'è il rumeno irregolare di 32 anni che ha colpito ripetutamente alla testa una ragazza italiana sul treno per Milano per rubarle un telefono e 15 euro, che resta in carcere con la sola accusa di lesioni gravi e rapina come richiesto dal pm, e non per tentato omicidio. (http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11891624/spacca-testa-martellate-rumeno-accusato-lesioni-.html) No, non è la trama allucinata del romanzo di un pazzoide in preda ai fumi dell'alcol, ma semplicemente una piccola selezione dalla cronaca quotidiana in Italia della settimana appena trascorsa. Basta poco per rendersi conto che questa è la mancanza istituzionale che più sgomenta la popolazione : la certezza di non essere tutelati dalla prepotenza e dalla violenza di delinquenti senza scrupoli. Le forze dell'ordine non sono messe nelle condizioni ideali per svolgere il loro fondamentale compito di garanti della sicurezza e, tuttavia, quando riescono, tra mille ostacoli e difficoltà, ad assicurare qualche malvivente nelle mani della Giustizia, ecco che il buonismo ideologico e preconfezionato di alcuni giudici interviene a coprire di assurdo e di ridicolo la nostra legittima richiesta di legalità. Sembra proprio che nel nostro Paese la vera politica venga fatta da un certo tipo di magistratura , spesso a danno del cittadino sempre più indifeso e abbandonato a se stesso.





ARGOMENTI TRATTATI

pena magistratura delinquenza sicurezza rom
Notizie
La sensazione di caos, approssimazione, incuria e degrado in cui versa Roma, anche nei suoi luoghi più rappresentativi, mi piace. Eh già! Pensateci: i clandestini (quei ragazzotti alti e ben pasciuti che non fuggono... leggi tutto
Per chi, come me, ha vissuto per tanti anni la politica dall'interno, vedendone letteralmente di tutti i colori, respirandone i profumi leggeri ed inebrianti e sperimentandone tutte le amarezze necessarie ed inevitabili,... leggi tutto
Newsletter