E se il malcontento cresce...
- 02/04/2016
Ecco l'ennesimo turpe, vile ed insopportabile attacco criminale ai nostri concittadini da parte di bande di delinquenti stranieri. La certezza della pena è sempre più una chimera, e i malviventi si accaniscono, pressoché indisturbati, contro le fasce più deboli della popolazione, lasciate in balìa delle conseguenze di scelte politiche quanto meno discutibili, quando non proprio sciagurate, e dell'atavica inefficienza strutturale della nostra società ipocrita e finto-buonista. Stavolta il racconto angosciante arriva dalla periferia Est di Roma, dove una banda di quattro sbandati rumeni si è introdotta in casa di una anziana coppia aggredendola violentemente per far razzia dei loro averi. Le Forze dell'Ordine si sono immediatamente attivate, riuscendo ad identificare e fermare uno dei malviventi, sorpreso mentre dormiva placidamente in un Bed & Breakfast della zona. Come racconta l'articolo di Franco Bianchini per il Secolo d'Italia, è esplosa la protesta dei cittadini della periferia, con sfoghi e proteste sui Social Networks: la gente, attanagliata dai mille problemi di una vita quotidiana soffocante, a partire dalle difficoltà economiche sempre più impellenti, è stanca di vivere nell'incubo quotidiano dell'insicurezza, della paura, del disagio sociale che cresce ogni giorno di più. Quello che sgomenta di più, tuttavia, è il sistematico silenzio delle Istituzioni sulle legittime rimostranze della popolazione. Chissà qual è quell'orizzonte lontano e sfumato dove finisce l'inettitudine e comincia l'indolenza! In tutti i casi, adesso è arrivato il momento che chi non è in grado di svolgere il compito per il quale è lautamente retribuito si prenda le proprie responsabilità, almeno per una volta, che la finisca di anteporre gli interessi personali al benessere della collettività dalla quale dipende e si faccia da parte. La misura è colma, la gente non ne può più: rabbia, frustrazione e malcontento sono ai massimi storici. Si deve invertire la rotta. Adesso! Domani è già tardi.




ARGOMENTI TRATTATI

rom delinquenza pena aggressione roma polizia
Notizie
La sensazione di caos, approssimazione, incuria e degrado in cui versa Roma, anche nei suoi luoghi più rappresentativi, mi piace. Eh già! Pensateci: i clandestini (quei ragazzotti alti e ben pasciuti che non fuggono... leggi tutto
Per chi, come me, ha vissuto per tanti anni la politica dall'interno, vedendone letteralmente di tutti i colori, respirandone i profumi leggeri ed inebrianti e sperimentandone tutte le amarezze necessarie ed inevitabili,... leggi tutto
Newsletter