Buon pesce d'aprile!
- 01/04/2016

Fino al XVI secolo, in Europa si celebrava l'anno nuovo tra il 25 marzo ed il 1 aprile, in prossimità dell'equinozio di primavera. In quell'occasione era usanza scambiarsi pacchi dono di buon augurio. Tuttavia, con l'adozione del calendario Gregoriano nel 1582, la festività fu spostata indietro al 1 gennaio, motivo per cui sembra sia nata la tradizione di consegnare dei pacchi regalo vuoti in corrispondenza del 1 aprile, volendo scherzosamente simboleggiare la festività ormai obsoleta. Questa, almeno, è l'ipotesi più accreditata sulla nascita dell'usanza di fare scherzi bonari in occasione del primo giorno di aprile. Va ricordato, tuttavia, che già presso gli antichi romani esisteva la tradizione dell'Hilaria, una festività in onore della dea Cibele che, come spiega la sua etimologia (da hilaris, "gioioso"), intendeva festeggiare allegramente il graduale svanire delle oscurità dell'inverno e l'attesa di una stagione più gioiosa e luminosa. Resta il fatto che, in tutto il mondo, oggi si fanno scherzi che durano un giorno intero. Ma non in Italia. A noi, chissà perché, hanno fatto un pesce d'aprile che dura da ben 2 anni!




ARGOMENTI TRATTATI

scherzo aprile pesce festività Renzi
Notizie
La sensazione di caos, approssimazione, incuria e degrado in cui versa Roma, anche nei suoi luoghi più rappresentativi, mi piace. Eh già! Pensateci: i clandestini (quei ragazzotti alti e ben pasciuti che non fuggono... leggi tutto
Per chi, come me, ha vissuto per tanti anni la politica dall'interno, vedendone letteralmente di tutti i colori, respirandone i profumi leggeri ed inebrianti e sperimentandone tutte le amarezze necessarie ed inevitabili,... leggi tutto
Newsletter